Il mio blogNews

Economia / Cosa c’entra Mary Poppins con la crisi finanziaria?

 
In corrispondenza dell’uscita al cinema del suo sequel, ieri sera è andato in onda il film “Mary Poppins”.
 
Ho deciso quindi di scrivere queste righe perché possano esserti utili per comprendere un fenomeno che abbiamo visto negli scorsi anni, anche nel nostro Paese.
 
Nel capolavoro Disney, infatti, puoi capire come e cosa può far fallire la tua banca.
Jane e Michael Banks non lo sanno, ma circa 50 anni prima hanno anticipato i sintomi della crisi finanziaria che abbiamo vissuto sulla nostra pelle.
 
Nella celebre ed indimenticabile scena presso la banca in cui lavora il padre, Michael si rifiuta di depositare i suoi due “grami, miseri e semplici” penny e urla tutto il suo rifiuto per l’avido e stantio mondo bancario.
 
Le conseguenze sono immediate e tremende: i risparmiatori si trovano nel panico e richiedono agli sportelli di poter ritirare i loro soldi.
 
Ti ricordi le code fuori da alcune storiche banche inglesi anni fa?  Le persone stavano reclamando i loro risparmi, proprio come nel film!
 
Infatti i risparmiatori inferociti temono che la banca sia in via di fallimento e nel mentre, colti alla sprovvista da questa crisi di fiducia, gli impiegati CHIUDONO subito tutti gli sportelli.
 
La scena è surreale, ma è anche altamente educativa: puoi trarre una morale semplice quanto utile e, a veder la realtà, anche molto vicina al mondo dei nostri giorni.
 
E’ stata un’ evidente incomprensione, ma che ha rischiato di far saltare dapprima una banca e successivamente l’intero sistema finanziario, come è successo nel 2008 con Lehman Brothers.
 
In fondo le banche si basano proprio sulla fiducia che i risparmiatori hanno nel sistema.
 
Nel momento in cui questa viene a mancare, anche un’istituzione solida, conosciuta e secolare come la banca, può tremare e quindi mandare in difficoltà un’intera economia mondiale.
 
Ormai da anni siamo nel tempo del bail-in per cui dovresti aver familiarizzato con i rischi che si corrono ad avere i tuoi risparmi in una banca piuttosto che un’altra.
 
Ed inoltre esistono strumenti assolutamente sicuri e flessibili per poterti garantire sonni tranquilli, nonostante la banca dovesse attraversare un periodo di crisi inatteso.
 
Evita di farti trovare impreparato, impara la lezione dalla storia di Michael Banks e dal film “Mary Poppins”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.