Il mio blogNews

Economia / Ragazzi, non comprate casa

Sei giovane, hai appena trovato lavoro, stai per sposarti con il tuo partner?

Un consiglio ragionato: pensaci bene prima di mettere gran parte dei vostri soldi nell’acquisto della casa.

Certo, se di denaro ne avete tanto, il problema non si pone.

Ma se hai risorse normali, chiedeti: vale la pena oggi fare come i genitori o i nonni che, seguendo la tradizione italiana, hanno sempre cercato in primo luogo la casa di proprietà?

La risposta è NO, in linea di massima non vale la pena.

Le cose sono cambiate moltissimo dai decenni d’oro del mattone.

La tassazione oggi è pesante.

I prezzi sono in lento, ma continuo calo e non si sa quando la tendenza si invertirà.

Il mercato del lavoro non prevede più il posto fisso: oggi hai uno stipendio, domani chissà.

Spesso per realizzarsi professionalmente occorre cambiare città o addirittura Paese, quindi la casa di proprietà diventa più un problema che una risorsa.

La legislazione e l’innovazione tecnologica costringono i proprietari a continue spese straordinarie, che chi è inquilino invece non deve affrontare.

Nel frattempo gli affitti si sono abbassati e le spese ordinarie, beh, quelle le avresti anche se fossi proprietario.

In questo contesto, invece di sbilanciare le tue risorse destinandole a un asset non liquido che assorbe tanto denaro ed è a rischio di depauperamento, forse conviene di più pagare un affitto, che oggi generalmente è sostenibile, e investire il tuo denaro in qualcosa di meno rischioso e più remunerativo.

Gli strumenti e le strategie finanziarie per impiegare il denaro non speso nella casa sono molteplici e, se proprio la casa di proprietà la desideri, almeno sfrutta il basso costo del denaro per pagarla con un mutuo.

In questo caso ricorda che, fino al pagamento dell’ultima rata, la casa non è tua, ma della Banca con cui hai contratto il mutuo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.