Il mio blogNews

Economia / Stai lontano dalle previsioni

Il risparmiatore-tipo italiano ha l’ossessione di voler per forza conoscere l’andamento dei mercati finanziari nel breve periodo, magari in funzione di eventi politico-economici di rilievo internazionale.

“Eh, ma se vince ancora la Merkel, che succede?”.

“E se in Francia sale la Le Pen?”.

“E la Brexit?”.

“Ma con Trump presidente chissà che caos, tu Marco che cosa ne pensi?”.

Lo ripeto una volta per tutte: io non penso niente.

Odio le previsioni perché sono fatte per essere smentite e soprattutto per riempire byte sulla rete e carta in edicola.

Ricordate cosa si diceva della Brexit: crollo verticale della sterlina, City a picco, invasione di cavallette e terremoti.

Che cosa invece è successo?

Oppure le previsioni catastrofiste sull’elezione di Trump.

E oggi la Borsa americana è ai massimi.

Penso che sarebbe meglio, piuttosto che correre dietro alle previsioni sballate e spesso faziose di certi analisti di mercato, che gli investitori si concentrassero ad apprendere come gestire le loro emozioni, smettendola di essere troppo codardi quando c’è da osare o troppo spavaldi quando invece serve equilibrio.

La geopolitica applicata alla finanza la si lasci stare, anche perché non è una scienza esatta (tutt’altro).

La pianificazione finanziaria supera il concetto di previsioni e di scommesse.

La pianificazione finanziaria, come indica il termine stesso, serve ed è utile per organizzare i propri denari in funzione dei propri obiettivi personali o professionali dei prossimi mesi o anni, non di domani mattina.

Chi si affida agli oracoli o alla previsioni a brevissimo termine rischia inutilmente e sceglie un sistema che è tipico dei casinò e della roulette, non di una corretta gestione dei propri soldi.

Se proprio hai intenzione di sperperare i tuoi risparmi, piuttosto invitami a cena: scelgo io il posto e il menù e ti garantisco trascorrerai una serata da re.

E questa non è una previsione, ma una certezza.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.