Il mio blogNews

Economia / Successione, prendete esempio dai paperoni

Secondo un’agenzia specializzata nella consulenza ai super ricchi, la Wealth-X, nei prossimi anni gli ultramilionari trasferiranno qualcosa come 3.900 miliardi di dollari ai propri eredi.

Una cifra enorme, con la quale si potrebbero acquisire le dieci più grosse società del mondo: Apple, Microsoft, Facebook, tra le altre.

Che cosa ci dice questa notizia?

Primo: negli ultimi 35 anni, le politiche di libera circolazione di merci e capitali hanno creato una categoria di super ricchi come non si vedeva dall’inizio del Novecento. La globalizzazione fa bene soprattutto a chi sta in alto nella piramide sociale.

Secondo: un trasferimento così imponente è giustificato dalla piramide demografica della ricchezza. I Paperoni over 80 con più di 30 milioni di dollari hanno nel complesso un patrimonio che è sette volte quello dei Paperoni under 30. La generazione del dopoguerra ha vissuto insomma un periodo d’oro difficilmente ripetibile e che non si sta ripetendo neanche per i ricconi dell’età della globalizzazione.

Terzo (e morale della favola): la successione è la preoccupazione principale, secondo questa ricerca, per i due terzi dei super ricchi. Ma dovrebbe esserla anche per chi deve trasferire o ricevere un patrimonio da comune mortale. Però in Italia tra tasse e burocrazia si rischia di perdere tempo, energia e tanti soldi.

Preferisci il fai-da-te e rischiare di rimetterci, o meglio un professionista che ti dia una mano a decidere la destinazione e la quantità dei tuoi averi di modo da lasciare allo stato meno tasse possibili?

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.